lunedì 14 marzo 2011

Come girare lo scafo - "Il giorno della girazione"

Hummm, descrivere cosa è avvenuto ieri non è facile e solo chi c'era e ha vissuto con noi l'intera giornata ricorderà.
Non è stato facile.
Abbiamo avuto bisogno di un esercito di persone per smontare il cantiere, tutto questo mentre Fabio il Falegname e Riccardo finivano di molare la base della losca.
Sergino, Sergio, Gianni, Fabio Arc., Sassi hanno spostato una quantità di materiale impressionante per far posto al camion con la gru di Pierluigi, poi tutti a smontare il cantiere.
Marco, alessio e Flavio hanno istallato 4 L di 12mm di acciaio con dei bulloni  alle ordinate per permettere l'imbracatura. 
Alle 11:30 eravamo pronti "al via".

Dopo una decina di tentativi abbiamo trovato il giusto bilanciamento dello scafo e finalmente lo abbiamo alzato dalla base. La gru poteva sostenere il peso (circa 20 quintali).
Con una veloce occhiata, ci siamo resi conto che lo spazio non era sufficiente per girare lo scafo e abbiamo dovuto abbattere la base la base di ferro. 















Creato lo spazio abbiamo mollato 2 cime e Luigi ha iniziato ad alzare lo scafo, purtroppo anche se avevamo fatto un breafing con molti cervelli il lato si è rivelato errato e la gru ha vacillato leggermente, esiste infatti un punto di non ritorno nel quale avviene una brusca oscillazione nel momento esatto che lo scafo si stacca dal terreno.
Luigi ha velocemento meso giù tutto e il dramma è iniziato, eravamo tutti preoccupati e sconfortati, Luigi ha iniziato a dire che non ce la potevamo fare, abbiamo deciso di fermarci un attimo a riposare e pranzare.
Ricca nel frattempo avveva acceso il fuoco e cucinato un maiale.
Abbiamo finito il banchetto alle 14:30.
Seduti a tavola si ragiona meglio e abbiamo deciso di riprovare dall'altro lato.
Se gli altri lo fanno una soluzione ci deve pur essere.
Decisivo è stato l'intervento di Daniel, l'amico rumeno che gestisce gli appezzamenti di terreno.
Ci ha procurato delle cime lunghe e resistenti e abbiamo ricominciato. Con le 2 corde abbiamo legato lo scafo dalla parte oppoasta e le abbiano fissate a 2 automobili per evitare lo "schiaffo" nel momento dello scollinamento.





..... le 2 auto che lascavano, 4 persone a tirare e ..... GIRATA.
Uauuuu che gioia.
Abbiamo avuto solo pochi minuti per gioire e per fare il "wolking on the boat" e recitare le frasi di rito "è un piccolo passo per un uomo ma un grande passo ....."




Piazzata la base e adattata,  abbiamo finalmente posizionato lo scafo.






Lo scafo è quasi perfettamente in bolla sia in orizzontale che in longitudine. In settimana lo regoleremo per bene.
Alle ore 20:00, dopo che Andrea appena arrivato ha controllato e strinto tutti i dadi della base, abbiamo messo la parola fine.
Alle 20:01 ha iniziato a piovere.
Un grazie di cuore a tutti: Anna (la reporter), Andrea, Sergino, Sergio, Gianni, Flavio, Riccardo, Fabio Arc., Fabio Fale, Sassi, Genitori vari e Zii, Daniel.

Uno special thanks a quest'uomo qui. 
   

1 commento:

  1. E' gigantesca! E bellissima.
    Adesso vi si riempirà d'acqua :-)

    RispondiElimina